Scoprire una scrittrice in 6 domande // intervista a Stefania Meneghella

1) Ciao Stefania, benvenuta nel blog! Presentati un po’: cosa fai nella vita?


Ciao, e grazie per avermi invitato. Nella vita, oltre che scrittrice, sono anche assistente sociale. Lavoro infatti in una struttura residenziale socio-assistenziale. Inoltre, collaboro come redattrice per la Sezione Spettacolo della redazione MeteoWeek.
E scrivo molto e di tutto. Le parole sono il mio cibo più prezioso e non potrei farne a meno.


2) Come mai hai cominciato a scrivere e qual è tutt’oggi il tuo rapporto con la scrittura?


Non ricordo il momento esatto in cui ho iniziato ad approcciarmi alla scrittura. Sicuramente ero molto piccola e avevo da poco imparato a leggere e scrivere. Posso dire che la scrittura ha sempre fatto parte di me, è come se fosse il mio secondo cuore. Inizialmente, era un modo per superare le difficoltà e i momenti negativi che mi trovavo a vivere. In seguito, però, si è trasformata in qualcosa di più importante: una vera e propria professione. Scrivo soprattutto per far comprendere la mia anima agli altri, oltre che quei valori che ritengo essere in parte perduti in questa società odierna.


3) A cosa ti sei ispirata per scrivere il tuo ultimo romanzo “Magnete”?



“Magnete” è nato durante il lockdown, il periodo durissimo che tutti noi abbiamo dovuto affrontare. Così ho deciso di parlare in parte di quello che stava capitando in tutto il mondo. Da lì è nata l’idea del cervello. Dato che sono una grande appassionata di psicologia, mi sono sempre chiesta fin dove potesse spingersi il cervello umano, un organo così complesso e così misterioso da studiare. Così ho creato il cervello di Sofia nel quale Virginia ha fatto un viaggio inaspettato scoprendo molti aspetti della sua personalità che erano rimasti ignoti.


4) Di solito quanto metti di te in ogni personaggio dei tuoi libri e perché?


In ogni libro che scrivo c’è molto di me, come immagino che accada per ogni autore. Ci sono i miei pensieri, le mie paure e i sentimenti che ho provato nell’elaborarlo. Insomma, c’è tutto quello che non si vede. E poi ovviamente, c’è quello che non mi appartiene: le storie che racconto, i personaggi costruiti, la creazione di un nuovo mondo. E tutto quello viene sempre dalla mia mente, ma con una fantasia che va oltre la mia personalità e il mio modo di essere.


5) Il cervello è un argomento che da sempre mi affascina, in tutte le sue sfaccettature. Come ti è venuta l’idea di un “viaggio” nella mente di una persona che ci ha fatto soffrire tanto?


Il tema principale del mio libro è il non giudizio.
Mi sono sempre domandata: “Cos’ha pensato nell’esatto momento in cui mi ha fatto del male?”. Le sofferenze le abbiamo vissute tutti, e anche le delusioni. Ma non ci è mai capitato di entrare fisicamente nel cervello della persona che ce le ha provocate. Con Virginia, invece, è successo, ed entrando nella sua mente ha potuto scoprire il mondo di Sofia e la sua vita. Ha visto le fragilità della sua personalità, le sfaccettature dei suoi momenti, i colori, le emozioni, tutto. Solo così è riuscita a comprenderla e a non giudicarla per i comportamenti che aveva sempre avuto nei suoi confronti.


6) Ormai è da tempo che sogno di pubblicare un libro, scrivere è sempre stata la mia passione. Quali consigli puoi dare a me e a tutti gli altri aspiranti scrittori che leggeranno quest’articolo?


Il mio primo consiglio è quello di non smettere di scrivere. Può essere facile voler gettare la spugna all’inizio, perché purtroppo i “no” che si ricevono sono molti. Però io credo che con la scrittura si possa andare ben oltre le proprie paure e, se ci emozioniamo mentre scriviamo, lo farà anche chi legge. E ci sarà sempre, prima o poi, qualcuno che si accorgerà di quante emozioni abbiamo provato durante la stesura.

Inoltre, è sempre importante valutare i vari editori e scegliere quelli migliori. Diffidate dall’editoria a pagamento, questo è importantissimo.

Per il resto, scrivete e basta. Senza paure e fragilità.

5 risposte a "Scoprire una scrittrice in 6 domande // intervista a Stefania Meneghella"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: